Il saluto di S.E. Mons. Mario Russotto